Homepage English Version FAQ Link Utili Carta della sicurezza Contatti
Aiuto?
Chi è l'Aiscat
Le Associate
News
News recenti
Archivio 2016
Archivio 2015
Archivio 2014
Archivio 2013
Archivio 2012
Archivio 2011
Archivio 2010
Archivio 2009
Archivio 2008
Archivio 2007
Archivio 2006
Archivio 2005
Archivio 2004
Archivio 2003
Archivio 2002
Pubblicazioni
Notizie dall'Europa
Eventi
estate 2017
asecap
IBTTA
Io Non Rischio
Contact Center
 Osservatorio Furti e rapine agli autotrasportatori
Soccorso Meccanico
reets
easyway
 

Le autostrade a pedaggio italiane in linea con gli obiettivi UE

Roma, 2 marzo 2006

 

LE AUTOSTRADE A PEDAGGIO ITALIANE IN LINEA CON GLI OBIETTIVI UE

Le autostrade a pedaggio italiane sono in linea con l’obiettivo, fissato dall’Unione Europea, di dimezzare il numero dei morti sulle autostrade europee nel periodo 2001-2010.

 

 

L’AISCAT, Associazione Italiana delle Società Concessionarie Autostrade e Trafori – presieduta da Fabrizio Palenzona – contribuisce in quanto firmataria della Carta Europea della Sicurezza Stradale al raggiungimento degli obiettivi di miglioramento della sicurezza fissati dall’Unione Europea.

Considerando infatti i dati della rete autostradale italiana a pedaggio, dal 2001 al 2005 i morti per incidenti stradali sono passati da 598 a 437, con una diminuzione di quasi il 27%, confermando la tendenza – già ben oltre il dato complessivo nazionale - registrata nel 2004 (-21,74 %)

Se si considera, invece del valore assoluto, il dato relativo al tasso di decessi riferito al traffico – nel frattempo aumentato – la diminuzione supera il 32%.

Il settore delle autostrade italiane a pedaggio conferma quindi il suo pieno impegno nella salvaguardia della sicurezza dei suoi utenti.

 

 

 

<< news precedentinews successive >>