Homepage English Version FAQ Link Utili Carta della sicurezza Contatti
Aiuto?
Chi è l'Aiscat
Le Associate
News
News recenti
Archivio 2016
Archivio 2015
Archivio 2014
Archivio 2013
Archivio 2012
Archivio 2011
Archivio 2010
Archivio 2009
Archivio 2008
Archivio 2007
Archivio 2006
Archivio 2005
Archivio 2004
Archivio 2003
Archivio 2002
Pubblicazioni
Notizie dall'Europa
Eventi
estate 2017
asecap
IBTTA
Io Non Rischio
Contact Center
 Osservatorio Furti e rapine agli autotrasportatori
Soccorso Meccanico
reets
easyway
 
29 settembre 2006

COMUNICATO STAMPA

AISCAT: I cantieri delle autostrade a pedaggio sono sicuri

Riguardo le notizie e le valutazioni riportate dalla stampa su una campagna di analisi dei cantieri stradali in Europa, condotta dall’Automobil Club britannico, l’AISCAT sottolinea innanzitutto che i cantieri presenti lungo le autostrade italiane a pedaggio rispettano scrupolosamente quanto previsto dalle normative nazionali ed assicurano elevatissimi standard di sicurezza. Inoltre, appare quantomeno strumentale che dalla ricerca emergano come i migliori d’Europa proprio i cantieri delle autostrade inglesi che, oltretutto, sono solo in apparenza gratuite, in quanto vengono in moltissimi casi gestite con il sistema del pedaggio ombra, cioè non corrisposto direttamente al gestore ma scaricato, tramite la leva fiscale, su tutti i cittadini, anche se non fanno uso dell’autostrada.

Nel merito delle valutazioni sui cantieri italiani, AISCAT evidenzia che quelli esaminati lungo la rete a pedaggio hanno presentato caratteristiche ritenute assolutamente soddisfacenti, confermando quindi l’efficacia dell’azione dei concessionari a favore dell’ammodernamento della rete e della sicurezza.

Su EuroTest, l’AISCAT sottolinea ancora una volta che non esiste a livello europeo alcuna metodologia tecnicamente condivisa per la valutazione delle prestazioni delle strade, né di parte di esse, e che questi test non rappresentano altro che il parere degli estensori, i quali tra l’altro si arrogano il diritto di mettere in discussione normative nazionali, la cui applicazione è per i gestori obbligatoria e che sono state determinate mediante il contributo delle Istituzioni competenti.

Pertanto all’esame tecnico l’AISCAT considera, indipendentemente dai risultati, pur soddisfacenti per le autostrade a pedaggio, l’iniziativa di EuroTest priva di qualsiasi validità, sottolineando come essa non abbia portato alcun contributo migliorativo in termini di sicurezza stradale risultando, invece, lesiva dell’immagine dei gestori autostradali e del Paese.

<< news precedentinews successive >>